Annotate il calendario Chef in Green 2020!

Ripartono a fine aprile gli appuntamenti di Chef in Green, che vedono protagonisti non solo i golfisti, ma gli chef, sommelier, addetti alla sala e ristoratori, in vari circoli di golf.

Nato con l’idea di dare una “giornata diversa” al mondo che lavora nella cucina e non solo, alcuni personaggi diventati in questi anni famosi, delle vere star, ma alcuni che fanno un lavoro stressante. Infatti la maggior parte trascorre tante ore in piedi, nel caldo di una cucina spesso troppo piccola e dove non esistono pause, ivi compresa quella del pranzo che spesso e volentieri consumano in piedi anche mentre lavorano.
Chi sta in cucina si trova a dove subire diversi sbalzi di temperatura, passando dal caldo dei fornelli al freddo delle celle frigorifere. E tutto a grande velocità e specialmente senza aver quell’attimo di riposo per ricaricare le pile e specialmente se devono pure condurre una brigata.
Tutto ciò comporta una certa dose di stress e pur facendo un lavoro che piace, perché cucinare piace ai cuochi altrimenti non lo sceglierebbero, almeno quelli che hanno fatto questa scelta per cui si dice sempre che… “se fai qualcosa che ti piace praticamente non fai un lavoro”.

Immaginare che loro sono intenti a svolgere un lavoro che amano e che passano il giorno a preparare e decorare piatti bellissimi da presentare ai clienti per fare il piacere delle loro papille gustative, ma al contempo farsi piacere nel preparare qualcosa di buono oltre che bello, di realizzare qualcosa dopo tanti tentativi e ricerche, nasconde la realtà che spesso è diversa dall’immaginazione, lavorare in cucina è infatti uno dei lavori più stressanti che ci siano e lo è sia dal punto di vista fisico che psicologico.

Allora ecco che Golf&Gusto, nel golf da moltissimi anni, ha trovato che per vedere i suoi amici cuochi almeno con un sorriso rilassato in un ambiente spazioso, ha ideato questa serie di appuntamenti e porta gli chef, i sommelier, gli addetti alla sala, quindi il mondo che gravita nell’ambiente ristorativo e tuiristico, a passare una giornata trovandosi, scambiando idee, conoscendo produttori, nel bel mondo verde del golf.

Da fine aprile quindi inizia la serie di appuntamenti in cui, chi lo desidera e invia una mail per avvertire, si ritrova il lunedì in vari circoli, prende con gli altri lezione dai maestri del circolo per un approccio a questo bellissimo sport e poi, dopo essersi un po’ rifocillati, parte a giocare 9 buche in coppia con i giocatori locali.

Beh dovreste vederli come si divertono, come scaricano le tensioni e come è piacevole per loro incontrare amici o conoscerne di nuovi e assaggiare prodotti interessanti e poi, la sera alcuni di loro, che desiderano far conoscere il loro ristorante ai commensali venuti alla cena, firmano un piatto del menu che viene servito.

I premi, certo perché oltre alla giacca da che, siglata Chef in Green, la gara che si disputa offre premi che sono scelti per i golfisti intervenuti… di solito prodotti selezionati dei partner partecipanti, per gli chef invece oggetti per loro utili che saranno compagni in cucina a ricordo della bella esperienza.

Carissimi chef, sommelier, addetti alla sala, ristoratori, produttori e golfisti abbiamo quasi ultimato il calendario eventi 2020 e vi ricordiamo di appuntarvi le date per farci sapere, via mail a quale/i potreste essere presenti e noi vi accoglieremo come sempre con gran gioia per passare con noi una “giornata diversa”, una giornata Chef in Green!

[pdf-embedder url=”https://www.chefingreen.it/wp-content/uploads/2020/02/Calendario-Chef-in-Green-2020.pdf” title=”Calendario Chef in Green 2020″]

 

Condividi

Facebook
Twitter
Pinterest
Perché hai letto

Articoli correlati

E salendo si arriva in Valtellina

Una giornata di sole come ormai è d’uso per il format Chef in Green. Chiaro sole caldissimo ed il fatto di essere in quota non incideva per nulla. Qui il

…e riecco il peperone di Carmagnola

Secondo appuntamento con il Peperone di Carmagnola. Dopo l’appuntamento del 1 agosto presso il Golf Lanzo ora entra nuovamente in campo il peperone di Carmagnola essendo il Golf La Margherita

Sempre più su… sino a Folgaria!

Ancora una bella giornata da scrivere sul libro di Chef in Green che ha moltissime pagine. Dopo Lanzo a 100 metri siamo saliti ancora un po’ per raggiungere il Golf