…e riecco il peperone di Carmagnola

Secondo appuntamento con il Peperone di Carmagnola.

Dopo l’appuntamento del 1 agosto presso il Golf Lanzo ora entra nuovamente in campo il peperone di Carmagnola essendo il Golf La Margherita proprio a pochi chilometri ed inoltre è appena iniziata, domenica, la Fiera del Peperone in città con un numero incredibile di presenze e di appassionati di questo fantastico ortaggio.

La bella terrazza ospita così il team di Chef in Green con i suoi partner, Olio EvoO, BioAlberti, Lurisia e il caffè Julius Meinl, ed il sempre atteso carrello dei formaggi offerto da Arrigoni. Come sempre la presentazione dei prodotti di Zwilling Ballarini è anche il luogo dove si farà uno show, ma ora pensiamo all’accoglienza agli chef giunti da non molto lontano. 

Sono ad accompagnare in questa giornata tra il serio e il faceto anche una serie di giornalisti del food e turismo. Già il turismo, noi golfisti lo sappiamo, va molto a braccetto con il nostro sport preferito e l’aggiunta del buon cibo accresce l’acquolina. Spostarsi da un circolo di golf all’altro per provare il nostro swing è risaputo, se poi ci aggiungiamo un buon ristorante, magari nello stesso circolo di golf… beh il gioco è fatto e così anche per il turista che viene a giocare nei nostri moltissimi percorsi. 

Il Golf La Margherita è poco distante da Carmagnola, percorso interessante con questa club house con terrazza affacciata sul putting green che é stato il luogo ideale per far vivere questa giornata all’insegna del sole e delle diverse degustazioni. Si quelle dell’olio, Olio EvoO, un olio Bio di questa tenuta a pochi chilometri da Ascoli Piceno che conta oltre mille piante che si ergono tra le dolci colline a 400 metri vista mare di San Benedetto del Tronto. Sempre restando nel biologico ecco qualche informazione su un altro territorio ricco, 560 ettari a Poggio Aquilone, con un borgo del 1200 tra la provincia di Perugia e di Terni, per i prodotti Bioalberti, l’azienda Agraria Alberti e loro zuppe incredibili, il loro olio e pasta e tutto che è studiato per essere fonte di salute oltre che di piacere. 

In questa giornata dedicata a questo particolare prodotto che nella vicina Carmagnola iniziava in quei giorni l’importante fiera ecco allora che Federica De Luca, dell’ufficio stampa di Chef in Green, aveva invitato i giornalisti che subito hanno aderito con i produttori a provare il gioco del golf per cui la maestra di golf Alessandra Brada si e trovata un’importante classe a cui insegnare i rudimenti e grazie a Fabio Montagna chef, ma anche giocatore di golf, che l’ha aiutata in questa sua lezione venendole in soccorso. Un’ora e mezza tra campo pratica per provare lo swing e putting green. Quindi, conclusasi la lezione si è passati al momento gustativo.

La terrazza si è riempita nuovamente, i produttori e chef hanno preso posto ai tavoli e Lorena Bigi, nella sua giacca immacolata,  usciva dalla cucina per preparare, con la Pasta di Aldo ed una crema di peperoni, un primo che si accompagnava al Prosciutto di Parma sempre con l’acqua Lurisia ed alcune bibite della ditta piemontese.

Assaggiare i peperoni in show cooking

Un’oretta sul green per apprendere le regole base per mandare in buca la pallina e, c’è bisogno di far arrivare allo stomaco un nutrimento prima dell’impegno della gara, ed allora show cooking seguito da Lorena Bigi, chef di Coazze, fantastica che ci ha permesso di gustare il piatto creato con una crema di peperoni quadrati arrivati con alcuni rappresentanti del Comune di Carmagnola, seguito, come sempre d’altronde, dal Prosciutto di Parma del Consorzio e poi, sorpresa dagli Stecchi dai diversi gusti, offerti da Sandor Gosztonyi di Agri Berroni, splendida e giovane realtà della vicina Racconigi gestita da due fratelli che portano avanti con l’azienda agricola e l’agrigelateria, nella tenuta di una nobile residenza della fine del 700.

Un momento di relax e di conoscenza oltre che d’informazione offerta da un team di personalità della Fiera Nazionale del Peperone di Carmagnola tra cui l’Assessore al Commercio e alle Manifestazioni, Domenico La Mura, il presidente del Consorzio Peperone di Carmagnola Domenico Tuminetti che hanno illustrato le prerogative di questo prodotto così diverso di quelli d’altre località, mentre si preparava il pranzo. 

Momenti d’informazione che sono sempre interessanti e che Chef in Green inserisce nelle sue giornate, come con la presenza di Danilo Angè al Matilde Golf e come sarà a Molinetto Country Club il 3  ottobre.

Al via quindi la gara di golf

Alle 15 sono partiti i team alla volta delle nove buche con i giocatori che li attendevano, alcuni con i loro cart, altri a piedi. Al rientro, dopo l’eventuale doccia, un aperitivo con i vini di Astoria e l’ormai punto fermo di questo circuito; il Gorgonzola DOP Dolce da servire al cucchiaio coadiuvato dal prosciutto di Parma.

Ed ecco che con il cart il team di Chef in Green è partito sul parcorso a portare refrigerio con acqua e bibite fresche.

Al rientro dei nostri eroi ecco si riparte con gli assaggi, bibita al caffè di Julius Meinl, formaggio Gorgonzola, che crea dipendenza, prosciutto e di nuovo un brindisi alla bella giornata e alla bella esperienza prima della premiazione con la gentile presenza del sindaco di Carmagnola Ivana Gaveglio ed il presidente del circolo, Valerio Avogadro.

In questa presentazione non vi inseriamo tutto il momento di gioco perché vi darà molte sorprese e quindi ne faremo un articolo a parte per la gioia degli attori.

Una gran bella giornata vissuta non solo dagli chef, ma praticamente da quasi tutti i presenti, perché ormai dal secondo incontro nel lontano 2015 tutti o quasi i partner desiderano partecipare a questo “camminare tra il verde vedendo le prodezze dei giocatori e le loro” in questo gioco appena appreso, meglio appena cercato di apprendere.                       

Nel frattempo il tavolo dei premi mostra tutti i suoi speciali oggetti di cucina per gli chef ed i prodotti che i partner mettono a ricordo della loro presenza in queste giornate. Ma c’ è sempre un momento per le papille gustative ed è quello che le fa impazzire quando ad un tavolo compare un contenitore di formaggio, ma che formaggio…. il Gorgonzola DOP dolce da degustare al cucchiaio di Arrigoni Battista. Un momento quello del golf che purtroppo prende molto tempo, ma che è un sollievo, conforto a giornate di cucina che comportano stress, ma il golf lo scioglie portandoci tra il verde e all’aria aperta. Per questo alcuni degli chef che ci hanno frequentato, durante la pandemia, hanno preso lezione e poi sono diventati Chef Player.

Dopo i premi alle coppie classificate e relativi chef in cui al terzo posto si è classificato Antonio Giovannitti in coppia con l’amico Paolo De Chiesa, al secondo posto il giovane Pietro Tiberti ed al primo posto Erny Lombardo, tutti premiati dal sindaco di Carmagnola che gentilmente ci aveva fatto visita.

Poi tra i giornalisti che si erano ben inseriti nella gara ecco che sono consegnati premi dei partner e alle signore le belle cocottine di Staub azzurre. Premi speciali sono stati consegnati  a Patrizia Fontana, sous chef di Antonio Giovannitti che ha portato a casa il sifone Isi ed a Gabriele Gorlato il secondo posto con una padella Zwilling Ballarini. A Federica De Luca, per il suo lavoro un premio particolare ed a Lorena Bigi per il suo show cooking oltre alla preparazione del pinzimonio, una padella sempre della Zwilling.

Una gran bella giornata vissuta, come dicevo non solo dagli chef, ma praticamente da tutti i presenti per la soddisfazione di Golf&Gusto, ideatore di questo format, e lo staff che l’affianca.

E dopo i premi si brinda e si assaggia un piatto tipico di Carmagnola “il pinzimonio” poiché  l’olio buono lo abbiamo e due mani veloci ed esperte pure, quelle di Lorena Bigi di Coazze sono già pronte. E Cristiana Casotti, la nostra fotografa, autrice di questo servizio, che s i diverte così ad immortalare anche il sindaco nelle sue foto divertenti.

La sala è già stata allestita per la cena e gli chef sono già in cucina con le loro giacche ed i piatti del menu da portare in tavola. Prima, sul percorso hanno cercato di dare il loro meglio per mostrarsi attenti a questa nuova sfida che gli abbiamo posto di fronte, una pallina da golf deve andare in buca nel minor numero di colpi possibili, ora sono nel loro campo e ci mostrano la loro professionalità nei piatti che ci hanno presentato nel menu.

Antonio Giovannitti, chef di Villa Pattono Relais & Spa di Costigliole d’Asti ha preparato un antipasto delizioso nella sua semplicità, sempre difficile, ha usato un gaspacho di anguria, la burrata e il peperone di Carmagnola, Pietro Tiberti, giovane chef del Ristorante La Riva, Torino, che doveva essere accompagnato da Fabio Pellegrini impossibilitato, ha fatto un delizioso risotto della Tenuta Zaccaria con detterini al rum, aglio nero e limone, a seguire i secondi che sono partiti con  il guanciale di maialino iberico, con frappè di peperone di Carmagnola e foglie di ulivo presentato dalla sous chef di Giovannitti, Patrizia Fontana. a seguire il baccalà di Fabio Montagna del Ristorante Bacalhau, Torino, che sempre in onore del Peperone di Carmagnola, quello quadrato, ha voluto aggiungere della ricotta vaccina e pistacchi. Non pensavamo riuscire a portarlo fuori, poi Massimiliano Aragona, Max per tutti, lo chef residente, ci ha deliziato con un bunet buonissimo. Complimenti a tutti, una cena da ricordare. 

Ma prima del dessert ecco come sempre ormai in questo anno 2022 il carrello dei formaggi ed avendo questa volta la presenza di Liliana Malimpensa, ufficio stampa di Arrigoni Battista, abbiamo potuto avere maggiori informazione specie sugli Unici di cui quello che si porta in tavola da assaggiare per ultimo, Lucifero, è un erborinato della linea Unici. Caratterizzato dall’aggiunta di peperoncino che provoca un originale incontro tra il dolce del formaggio e il piccante del peperoncino porta al palato sensazioni intriganti, infatti ultimamente ha conquistato la medaglia di bronzo all’importante concorso internazionale ExpoQueijo, che si è tenuto nella città di Araxa, in Brasile.

Ed anche questo appuntamento si è concluso con i saluti e la consegna degli omaggi offerti da Longino & Cardenal e Chef in Green da appuntamento ai tanti amici della ristorazione al prossimo incontro che ci porta in Valtellina il 12 settembre. Buona lettura a tutti e… condividete!

Condividi

Facebook
Twitter
Pinterest
Perché hai letto

Articoli correlati

un luogo magico in Valle Gr

Un luogo magico in Valle Grana Un villaggio composto da meravigliose baite abbandonate, un luogo magico di cui dieci amici si innamorano perdutamente: da qui nasce il Caseificio Des Martin

E salendo si arriva in Valtellina

Una giornata di sole come ormai è d’uso per il format Chef in Green. Chiaro sole caldissimo ed il fatto di essere in quota non incideva per nulla. Qui il

…e riecco il peperone di Carmagnola

Secondo appuntamento con il Peperone di Carmagnola. Dopo l’appuntamento del 1 agosto presso il Golf Lanzo ora entra nuovamente in campo il peperone di Carmagnola essendo il Golf La Margherita

Sempre più su… sino a Folgaria!

Ancora una bella giornata da scrivere sul libro di Chef in Green che ha moltissime pagine. Dopo Lanzo a 100 metri siamo saliti ancora un po’ per raggiungere il Golf