…ed anche gli Alajmo arrivano a Milano con “Amor”!

Con un concept completamente nuovo rispetto agli altri ristoranti del Gruppo, un fast casual, che si rivolge sia alla “frenetica tribù metropolitana” sia agli amanti della cucina d’autore ecco si apre un altro luogo di gusto.

Il menù infatti è incentrato sulla pizza al vapore brevettata da Massimiliano Alajmo che è stata resa più leggera, salutare e gustosa grazie a una spolverata d’amore, uno sbuffo di vapore e una goccia di spirito veneziano.

Sempre con un profilo d’alto design infatti, Philippe Starck ha immaginato il design di “Amor”, ispirato all’innovazione di Massimiliano Alajmo utilizzando nuove tecnologie per accompagnare l’elemento centrale di questo straordinario pezzo veneziano. Come dice l’archistar francese:

«AMOR è luce, nuova e sorprendente. Ha uno spirito molto particolare. Un decor moderno, veneziano, elegante e persino sovversivo. L’elemento più importante è lo spirito veneziano, il genio veneziano creativo e divertente.»

«Aperto ogni giorno della settimana dalla colazione fino alla cena, AMOR è il luogo dove è possibile fare una pausa veloce, ma al contempo gratificante, salutare e leggera.», aggiunge Raffaele Alajmo, CEO e maître des lieux del Gruppo Alajmo, già proprietario di 10 locali tra Padova, Venezia e Parigi.

Massimiliano, come sempre in cucina, è il più giovane chef al mondo ad aver ricevuto le tre stelle Michelin, Massimiliano (Max) Alajmo, è stimato da clienti e colleghi per la sua interpretazione unica dei sapori della cucina italiana. sempre insieme al fratello Raffaele (Raf), C.E.O. e maître des lieux del gruppo Alajmo, che sovraintende le cucine di dieci locali, con una linea di prodotti gastronomici e una società di eventi, tutto da Le Calandre, suo creativo laboratorio culinario.

Philippe Starck è un creativo, designer e architetto francese, affermato a livello internazionale. La sua profonda comprensione dei mutamenti contemporanei, la sua determinazione a cambiare il mondo, la sua precoce preoccupazione per le problematiche ambientali, il suo amore per le idee, il suo desiderio di difendere l’intelligenza dell’inutilità – e l’inutilità dell’intelligenza – hanno accompagnato un’iconica creazione dopo l’altra. Dai prodotti della quotidianità come mobili e spremi limoni a rivoluzionari mega-yachts, mulini a vento privati, bici elettriche, o hotel e ristoranti che aspirano ad essere luoghi sorprendenti, stimolanti e intensamente creativi. Questo cittadino del mondo, instancabile e ribelle, che considera come dovere condividere la sua visione etica e sovversiva per un mondo più giusto, crea luoghi non convenzionali e oggetti il cui scopo è essere “buoni” prima di essere belli. Philippe Starck e sua moglie Jasmine vivono per la maggior parte del tempo su un aereo o “in mezzo al nulla”.

L’apertura di AMOR al numero 10 di Corso Como – Milano, è prevista il prossimo 10 aprile, 2019.

Condividi

Facebook
Twitter
Pinterest
Perché hai letto

Articoli correlati

E salendo si arriva in Valtellina

Una giornata di sole come ormai è d’uso per il format Chef in Green. Chiaro sole caldissimo ed il fatto di essere in quota non incideva per nulla. Qui il

…e riecco il peperone di Carmagnola

Secondo appuntamento con il Peperone di Carmagnola. Dopo l’appuntamento del 1 agosto presso il Golf Lanzo ora entra nuovamente in campo il peperone di Carmagnola essendo il Golf La Margherita

Sempre più su… sino a Folgaria!

Ancora una bella giornata da scrivere sul libro di Chef in Green che ha moltissime pagine. Dopo Lanzo a 100 metri siamo saliti ancora un po’ per raggiungere il Golf